L'importanza del branco per il cucciolo

Vivere all’interno di un branco dove sono presenti i cani maschi (padre, nonni, ecc…) sono di fondamentale importanza per una corretta crescita del cucciolo.

Da quando i cuccioli escono dalla cassa parto (intorno ai 30 gg di vita) i maschi del branco assumono il ruolo di educatori, insegnanti oltre a quello di proteggere i cuccioli in caso di necessità.

Non ritengo adeguato per una giusta crescita, educazione e socializzazione di un cucciolo di Rhodesian Ridgeback, farlo nascere e crescere all’interno di un branco dove non sono presenti cani maschi.

Il motivo principe dell’importanza di far crescere i cuccioli all’interno di un branco dove sono presenti cani maschi è proprio quello di evitare che da adolescenti o da adulti assumano atteggiamenti dominanti o aggressivi con esemplari dello stesso sesso.

Se un cucciolo non impara fin dai primi giorni di vita le gerarchie da rispettare all’interno di un branco, quando sarà adulto non avremo altro che un cane con grossi problemi di comportamento (aggressività, dominanza, eccesso di libido, ecc…).

Le mamme spesso permettono ai cuccioli di rubare loro il cibo, con i maschi questo non è possibile, rendendo i cuccioli rispettosi verso gli altri cani che mangiano.

Spesso sento di cuccioli che saltano addosso al padrone o ad altri cani, questo avviene perché le madri sopportano il fatto che i loro cuccioli siano esuberanti nei loro confronti, ma vi posso assicurare che se all’interno del branco ci sono i maschi questo non avviene, sarebbero i primi davanti a tali comportamenti che riproverebbero il cucciolo.

Avere il padre e la madre che crescono ed educano insieme i loro cuccioli, oltre ad essere una delle maggiori soddisfazioni per un allevatore è utilissimo perché sono entrambi di fondamentale importanza per la crescita di un Rhodesian Ridgeback.

Un altro aspetto importantissimo dell’avere cani maschi in allevamento riguarda il fatto della leadership, i cuccioli vedono i loro padri come i capobranco, hanno estremo rispetto in loro, vedere che i maschi dipendono dai comandi dell’uomo (in questi caso l’allevatore) instaura nel cucciolo un rispetto ancora maggiore nei nostri confronti perché colloca l’umano all’apice della piramide gerarchica.

Ricordate di imparare a leggere e parlare il linguaggio del vostro Rhodesian Ridgeback, la violenza non serve a nulla, non fa altro che impaurire il vostro cucciolo.

Se si osserva i cani maschi quando sgridano i cuccioli si noterà che essi non sono mai violenti, ma autoritari, l’autorità genera rispetto la violenza genera solo paura.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *